Recensione: Pagine d’amore

cover

Titolo: Pagine d’amore

Autore: Karen Kingsbury

Casa Editrice: TRE60

Pubblicazione italiana: 24 Aprile 2014

Codice ISBN: 9788867021376

Pagine: 228

Molly Alien vive a Portland, ma il suo cuore è rimasto nel Tennessee, assieme all’uomo che ha lasciato anni prima. È sicura che l’amore non tornerà mai più a bussare alla sua porta. Ryan Kelly vive a Nashville, ha il cuore spezzato e non riesce a dimenticare Molly e le ore meravigliose trascorse insieme, ai tempi del college, in una piccola, deliziosa libreria chiamata The Bridge: un luogo magico, fuori del tempo, dove rifugiarsi per leggere e per volare con l’immaginazione. Proprio in quella libreria ora, dopo tanto tempo, il destino fa rincontrare Molly e Ryan e regala loro una seconda occasione per scrivere insieme il lieto fine della storia di cui sono protagonisti.

Pagine d’amore non è un racconto qualsiasi ma è una vera e propria fiaba. Avete presente? Di quelle che si leggono prima di andare a dormire per fare sonni sereni? Di quelle che ti rimarranno dentro per molto tempo? Si proprio una di quelle. Pagine d’amore è una storia molto breve, da leggere tutta d’un fiato. È un racconto ricco di significati, di speranze e di preghiera. Ho amato ogni piccola sensazione che ogni singola frase ti regalava. Ho amato anche il modo in cui viene inserita nel racconto la fede in Dio, che è sempre presente nella vita dei protagonisti, anche se non hanno mai avuto una vita semplice (ma forse è proprio per questo che la preghiera e la speranza è così tangibile). I personaggi principali della storia sono quattro ed hanno tutti una vita stracolma di bei sentimenti e di bellissime emozioni. La storia è ambientata nel presente ma sono continui i flashback che rimandano al passato, questi sono molto importanti (e anche ben messi all’interno del racconto) per capire come il tutto abbia plasmato il presente. Molly e Ryan sono i due protagonisti più giovani ed essi sono legati da un profondo sentimento che forse erroneamente entrambi danno un nome sbagliato, perché le circostanze non hanno lasciato altra scelta. I due, infatti, si conoscono al College ed entrambi sono legati “sentimentalmente” ad altre persone. L’amicizia che però c’è tra di loro non è una cosa semplice ma è qualcosa di molto più complesso, più profondo, più bello e di questo se ne accorgono a prima vista, quasi sette anni prima, i due anziani proprietari della libreria “The Bridge”, Charlie e Donna (sua moglie). Qui i due ragazzi trascorrevano la maggior parte del loro tempo e adoravano i proprietari, quasi come se fossero una famiglia. Il tempo però ha cambiato molte cose, soprattutto a causa di ciò che non è stato mai detto e di un sentimento scambiato per un altro e per questo Molly e Ryan prenderanno due strade differenti. Sette anni più tardi i pensieri dei due ragazzi non sono cambiati e, anche se non si vedono né sentono da moltissimo, l’uno è perennemente nei pensieri dell’altra e viceversa. Questo però non basta per farli rincontrare ed è solo il “Dio delle seconde possibilità”, a distanza di anni, che ha fatto sì che questo succedesse. Le circostanze d’incontro però non sono delle migliori, infatti, Charlie ha avuto un bruttissimo incidente che gli causò il coma e il The Bridge è sull’orlo della chiusura. I due, in memoria dei vecchi tempi, decidono di aiutare i due librai nel risollevarsi perché forse con la preghiera, con la fede, con Dio e con la solidarietà tutto può cambiare, o forse no?

Questa fiaba si legge a perdifiato. È una storia bellissima che riesce a cambiarti e che lascia in te sicurezza e speranza. Consiglio di leggerlo e magari anche di regalarlo perché, a mio modesto parere, è difficile che a qualcuno non piaccia.

(www.tre60libri.it)

Recensione: London in love

Miller_London in love

Titolo: London in love
Autore: Melinda Miller
Casa Editrice: Tre60 (collana narrativa Tre60)
Pubblicazione: 25 Settembre 2014
Codice ISBN: 9788867021970
Pagine: 251

Lei è Lisa: trent’anni (o poco più), un fidanzato storico che l’ha appena lasciata e una gran voglia di ricominciare. E forse è possibile: trasferirsi a Londra, per un anno, a casa di un’amica. E poi chissà… Lui è Michele: trent’anni (o poco più), una fidanzata storica che sta per sposare, una vita da broker e una gran voglia di stabilità. Il suo sogno: lasciare Londra, dove lavora, e rientrare in Italia. E poi chissà… Le strade di Lisa e di Michele s’incrociano brevemente sul volo Milano-Londra (vicini di posto, si detestano all’istante), per dividersi, con grande sollievo di entrambi, a Heathrow. Ma il destino li farà incontrare di nuovo, a Notting Hill, tra gli scaffali di God Save the Heels, la boutique di scarpe vintage, stilosissime e griffatissime, dove Lisa lavora. Sullo sfondo di una Londra travolgentemente romantica, animata da personaggi indimenticabili – da Palmer, l’eccentrico vicino di casa gay, a Marta, la fidanzata di Michele, perfettina e isterica, a Lady J, la “celeb” icona di stile, che mette all’asta la sua preziosissima collezione di scarpe -, Lisa e Michele si troveranno coinvolti in un inebriante girotondo in cui sarà molto difficile non cadere (dall’alto di un tacco 12) nelle braccia dell’amore.

Le persone più sagge dicono: “Non giudicare mai un libro dalla copertina”, bene, nel mio caso non è mai così. E si, mea culpa, la prima cosa che mi colpisce di un libro (ma anche di qualsiasi altra cosa) è proprio quella: la copertina. Nel caso dei libri mi attirano l’ordine, i colori e i font utilizzati per il titolo o per il nome dell’autore e di “London in love” mi ha colpito qualsiasi cosa. Con tutto ciò non voglio giudicare il lavoro dei grafici ma volevo farvi capire come mi sono imbattuta in questo libro. L’ho preso senza pensarci due volte e ho iniziato a leggerlo non appena l’ho ritrovato nella mia libreria. Ho iniziato a leggere la prima pagina e non mi sono più staccata da questo racconto. Mi ha appassionato sin da subito e sin da subito ho iniziato a divertirmi. Lisa e Michele si incontrano per puro caso in aeroporto, al chek-in per Londra e subito tra di loro scatta la scintilla o, per meglio dire, le scintille: ebbene sì, i due iniziano ad odiarsi dal primo istante. Infatti, di una cosa sono certi i due protagonisti ovvero che quello che l’uno prova per l’altro è puro odio e per questo non vedono l’ora di allontanarsi il più possibile per evitare di esplodere. Lisa e Michele sono il sole e la luna, i bianco ed il nero: lui è un broker, superogranizzato, superpreciso ed è superfidanzato tanto che sta per chiedere alla sua pazza e crudele fidanzata di sposarlo; lei è sbadata, si è appena lasciata con il suo storico fidanzato, è senza lavoro (perché l’ha appena lasciato per andarsene a Londra), tanti sogni, tante speranze e una passione sfrenata per le scarpe. Il viaggio da Milano a Londra si prospetta molto lungo, soprattutto perché i due sono capitati vicini di posto ma, in realtà, risulta più tranquillo di quanto si aspettassero anche se il desiderio di allontanarsi e non vedersi mai più regna ancora tra di loro. Infatti, appena giunti all’aeroporto si perdono immediatamente di vista. Ovviamente non poteva finire così e in cuor mio speravo in una sorta di miracolo che rifacesse incontrare i due ma i due sembravano avere una vita e una quotidianità talmente diversa che quasi ho pensato che il mio sesto senso da storie romantiche non funzionasse più. Ma mi sbagliavo, fortunatamente!
Il libro prevede l’alternarsi dei narratori, un capitolo Lisa e un capitolo Michele e così via. Adoro questo tipo di struttura perché permette al lettore di entrare nella psicologia di ogni personaggio e di rendere tuoi i suoi pensieri. Infatti, mi sono subito affezionata ai due e riuscivo a percepire ogni loro emozione. Mi sono divertita tantissimo nel leggero e ho adorato Lisa, sbadata e sognatrice mentre ho odiato la fidanzata di Michele, dal primo istante. Ho letto il libro in due giorni perché la storia mi ha preso talmente tanto che non sono riuscita a staccarmene e quando lo facevo non vedevo l’ora di riprendere. Ho amato la storia, la sua fluidità e il modo che ha di farti sognare. Sì, perché è il tipico romanzo che ti catapulta in un mondo tutto rosa e tutto meraviglioso sin dall’inizio, ma soprattutto alla fine. Infatti, nella sua simpatia e nella sua leggerezza questo romanzo ha lasciato un messaggio bellissimo: quello di perseguire sempre i propri desideri, anche se la vita ti porta verso altre direzioni occorre continuare a coltivare i propri sogni che non devono rimanere chiusi in un cassetto, ma far di tutto affinché questi diventino realtà.

CONSIGLIATO: SIIIIIII!!!

Informazioni d’autore:

Melinda Miller in realtà è uno pseudonimo che nasconde una storia degna di romanzo. Si sono conosciuti in aeroporto, si sono innamorati a Londra come Lisa e Michele, si sono sposati e poi hanno deciso di raccontare una storia d’amore simile alla loro, con un pizzico di fantasia in più. L’ultima decisione è stata quella di firmare il loro romanzo con un solo nome – Melinda Miller – e per noi questa è la conferma che non soltanto esistono le anime gemelle, ma che sanno pure parlare d’amore in modo speciale.

(www.tre60libri.it)

Libri che vorrei – London in love

Miller_London in love

Titolo: London in love

Autore: Miller Melinda

Casa Editrice: Tre60 (collana Narrativa Tre60)

Pagine: 251

Lei è Lisa: trent’anni (o poco più), un fidanzato storico che l’ha appena lasciata e una gran voglia di ricominciare. E forse è possibile: trasferirsi a Londra, per un anno, a casa di un’amica. E poi chissà…
Lui è Michele: trent’anni (o poco più), una fidanzata storica che sta per sposare, una vita da broker e una gran voglia di stabilità. Il suo sogno: lasciare Londra, dove lavora, e rientrare in Italia. E poi chissà…
Le strade di Lisa e di Michele s’incrociano brevemente sul volo Milano-Londra (vicini di posto, si detestano all’istante), per dividersi, con grande sollievo di entrambi, a Heathrow. Ma il destino li farà incontrare di nuovo, a Notting Hill, tra gli scaffali di God Save the Heels, la boutique di scarpe vintage, stilosissime e griffatissime, dove Lisa lavora.
Sullo sfondo di una Londra travolgentemente romantica, animata da personaggi indimenticabili ‒ da Palmer, l’eccentrico vicino di casa gay, a Marta, la fidanzata di Michele, perfettina e isterica, a Lady J, la celeb icona di stile, che mette all’asta la sua preziosissima collezione di scarpe ‒, Lisa e Michele si troveranno coinvolti in un inebriante girotondo in cui sarà molto difficile non cadere (dall’alto di un tacco 12) nelle braccia dell’amore.

(www.tre60libri.it)

Qualcosa che somiglia al vero amore, Petit Cristina

amore

Autore: Petit Cristina

Titolo: Qualcosa che somiglia al vero amore

Casa Editrice: Tre60 (collana Narrativa Tre60)

Pagine: 264


Clementine vive a Parigi in uno splendido appartamento al numero 14 di rue le Monde. È una ragazza allegra e spensierata, e fa un lavoro che ama moltissimo: legge libri ai bambini in difficoltà, li aiuta a superare le loro paure mostrando loro altri mondi, quelli delle storie, così fantastici eppure così simili al vero.

Albert è un giovane scrittore alle prime armi. In un giorno di pioggia vede Clementine per strada e ne rimane letteralmente folgorato: quella è la donna della sua vita, Albert lo sente, lo sa. Deve fare qualcosa, deve conoscerla, ma come potrà incontrarla di nuovo in una città grande come Parigi? Una cosa è certa; sarà la protagonista del suo nuovo romanzo. Una volta pubblicato, il libro conquista i lettori, che s’innamorano di quella storia scritta con il cuore. Anche Clementine lo legge, e ha uno strano presentimento. C’è qualcosa di speciale in quel libro, qualcosa che le appartiene, ma cosa? D’altra parte, nei romanzi come nella vita reale, il più grande dono dei libri è quello di unire le persone.

Mentre cercavo distrattamente un libro da leggere, mi sono imbattuta in questo. Sono rimasta subito colpita sia dalla copertina che dal titolo così senza neanche leggere la trama e senza pensarci troppo l’ho preso. Ho iniziato a leggerlo subito e poco dopo averlo iniziato l’avevo già finito, non me ne sono neanche accorta.

C’è chi dice che le sorti di un libro sono scritte nella prima pagina: è proprio vero! Leggendo il prologo non mi sono più fermata, volevo sapere sempre più di quella storia d’amore iniziata in un giorno di pioggia come un vero e proprio colpo di fulmine.

Ho adorato Clementine ma più di tutti ho amato la scrittrice che ha descritto talmente minuziosamente i personaggi che alla fine del libro non volevo lasciarli per niente al mondo. Non ho fatto altro che sognare ad occhi aperti. Avrei tanto voluto far parte di quella meravigliosa quotidianità fatta soprattutto di amore per le piccole cose, avrei voluto far parte degli incontri spensierati del mercoledì per prendere il tè ed inventare storie con le persone più care, avrei voluto aprire la finestra ed ammirare la mia adorata Parigi dall’alto, avrei voluto incontrare il dolcissimo Albert che dedica un romanzo all’amore subentrato nella sua vita come un fulmine, avrei tanto voluto vivere quella favola. Ma leggere quel libro è stato come viverla almeno per un po’.

Pagina dopo pagina sognavo sempre di più, imparavo sempre di più. Tutto ciò che è narrato in questo libro fa vibrare il cuore e l’anima. Mi ha fatto ridere, piangere e sognare come nessun altro libro fin ora. Ad ogni pagina sfogliata non vedevo l’ora di gridare ai quattro venti quanto fosse bello e non vedevo l’ora di regalarlo a tutte le persone a me più care. Sicuramente lo leggerò di nuovo per rivivere ancora e ancora quella bellissima favola. Non dirò altro su questo libro, non ho niente da aggiungere a parte la parola “meraviglioso” che ho già usato troppe volte. Consiglio assolutamente di leggerlo e regalarlo.

Il libro più bello siamo noi stessi e tutta la vita pensiamo di dover piacere agli altri, ma solo alla fine, quando andiamo a rileggere il nostro libro, ci rendiamo conto che avremmo dovuto scriverlo solo per noi e che se non ci piacerà non ci sarà più tempo per riscriverlo ma solo per rileggerlo ad alta voce a qualcuno.

Fonte trama: illibraio.it

Libri che vorrei – Melinda Miller

Miller_Barcellona mi amor

Titolo: Barcellona mi amor

Autore: Miller Melinda

Casa editrice: Tre60

Pagine: 328

A Barcellona, il 23 aprile è il giorno di Sant Jordi, la festa degli innamorati e dei libri. Chi si ama si scambia un regalo: le donne ricevono una rosa, gli uomini un libro.
Proprietaria della libreria Bésame Mucho, Paloma ama quel giorno più di ogni altro, e sa consigliare sempre il libro perfetto da regalare, specialmente se si tratta di un dono che deve «valere» come dichiarazione d’amore. Eppure, lei, l’anima gemella non l’ha ancora incontrata…
Enrique è un uomo affascinante, giornalista affermato con una passione smodata per la buona cucina ed un segreto che custodisce gelosamente. Anche lui si troverà a festeggiare Sant Jordi e, alla ricerca di un regalo per la sua compagna, entrerà nella libreria di Paloma. Ma il destino, un misterioso taccuino vergato a mano e una rosa stuzzicheranno la sua curiosità sino a travolgerlo e fargli conoscere il vero amore…

(tre60.it)

Libri che vorrei – Megan Maxwell

destino

Titolo: Il mio destino sei tu

Autore: Megan Maxwell

Traduzione: C. Corazza

Casa Editrice: Tre60

Pagine: 455

Ruth ha solo venticinque anni, ma la vita le ha già chiesto molto. E lei ha dato tutto di sé, prima alla sua famiglia e poi all’uomo che amava e che l’ha ferita, lasciandola soltanto con l’orgoglio della propria indipendenza. Tony è una grande star e alla vita non ha mai dovuto chiedere nulla. Pieno di talento, non c’è festa in cui non si balli al ritmo della sua musica, non c’è VIP che non lo voglia come amico, non c’è ragazza che resista al suo fascino. Ruth e Tony s’incontrano a un party. Lei è una semplice cameriera, ma lui la nota subito e vuole subito sedurla, a qualunque costo. E Ruth non può far altro che scappare: da una storia magari bellissima, ma destinata a finire presto; da un uomo bello come un dio, ma certamente superficiale; dall’ennesima illusione e da una sicura delusione. Ruth e Tony non potrebbero essere più diversi. Eppure il destino continua a farli incontrare, come se si divertisse a giocare con loro… E così, tra segreti, rivelazioni e incertezze, quel gioco diventa ben presto una sfida con una posta altissima: chi dei due sarà capace di rischiare tutto, ancora una volta, nella speranza che la luce dell’amore stavolta non si spenga? Cit. (mondadoristore.it)

Megan Maxwell è una scrittrice prolifica e di successo. Di madre spagnola e padre americano, vive in un paesino vicino Madrid con marito e figli. La Newton Compton ha già pubblicato Chiedimi quello che vuoi, Ora e per sempre eLasciami andare via – la trilogia erotica, vero caso editoriale in Spagna, venduta anche in Portogallo, Brasile, Ucraina, Polonia – e i primi episodi di una seconda serie, Chiedimi chi sono e Solo per questa notte. Ha vinto il Premio Seseña per il romanzo d’amore e ha ricevuto il Premio Dama. Cit. (newtoncompton.com)