Recensione: All’improvviso a New York

new york

Titolo: All’improvviso a New York

Autore: Melissa Hill

Casa Editrice: Rizzoli (collana Rizzoli best)

Traduzione: Zuppet R.

Pubblicazione italiana: 22 Ottobre 2014

Codice ISBN: 9788817075411

Pagine: 411 

Darcy Archer lavora in una piccola libreria indipendente di Manhattan. È una sognatrice: non è disposta ad accontentarsi e a trentatré anni aspetta l’arrivo del Vero Amore, quello che abita nei suoi adorati romanzi. Un giorno di dicembre, sfrecciando in bicicletta per le strade innevate della città, travolge un uomo che le sbuca davanti all’improvviso. Quando Aidan Harris viene portato via dai paramedici, sul marciapiede rimangono il suo cane e un pacco misterioso. In preda ai sensi di colpa, Darcy fa di tutto per ricongiungere il cane, un adorabile husky di nome Bailey, al suo padrone e quando scopre che nell’incidente Aidan ha perso la memoria, le cose si complicano. Inizia cosi l’indagine di Darcy che, decisa ad aiutarlo a ritrovare la sua identità, si lascia trascinare da Bailey attraverso una New York natalizia, vibrante di luci e colori, fino a un lussuoso appartamento nell’ Upper West Side. Qui raccoglie indizi preziosi sulla vita dello sconosciuto, che sembra fatta di viaggi esotici, sport estremi e bellissime donne, e trova la stanza dei suoi sogni: una biblioteca privata colma di preziosissime prime edizioni. Mettendo insieme le tessere del puzzle, la sua vivida immaginazione costruisce un ritratto di Aidan incredibilmente somigliante al suo uomo ideale. Ma le sue fantasie corrispondono alla realtà? E cosa succede quando la realtà è ben diversa da quanto sembra?

Adoro i romanzi che hanno come protagonista New York, specie quando sono ambientati a Natale, il periodo più bello dell’anno, quando la città si riveste di tutta la magia del momento. Per questo, tra un’infinità di volumi che avrei voluto leggere, ho scelto questo. Colpita sin da subito dalla copertina meravigliosa e dal titolo non da meno, ho iniziato letteralmente a divorarlo. La storia mi ha catturato sin da subito; il fatto che tutto ad un tratto investi qualcuno con una bicicletta e quel qualcuno perde la memoria per qualche tempo è un’idea fantastica, soprattutto se il mal capitato assomiglia al principe azzurro di una fiaba. Sembra proprio una premessa ad una storia d’amore con la A maiuscola. Andando avanti con le pagine e con il racconto, devo ammettere, che avevo paura che le mie speranze di lieto fine a mio modo fossero vane, ma questo non mi ha impedito di continuare a leggere, soprattutto perché anche io ero molto curiosa di capire un po’ di più la vita di Aidmin, il mal capitato di questo racconto. La storia si trasforma subito in un dolcissimo giallo dove da protagonista è il colpo di fulmine che Darcy, la spericolata che travolge Aidmin con la sua bicicletta, ha avuto (oltre che al colpo in testa che ha subito il povero protagonista). Darcy fa di tutto per tentare di riparare il danno che ha causato all’uomo cercando in tutti i modi di fargli ritornare la memoria. Ma è solo questo? Darcy sa inconsciamente che non è così infatti, sin da subito alla vista dell’uomo, lo stomaco della ragazza si riempie di farfalle.

Così Darcy si traveste da detective cercando di scovare e capire la vita di un uomo che forse potrebbe essere perfetta, come uno dei protagonisti dei suoi romanzi preferiti. Questo mi ha incuriosita non poco, anche perché Aidmin sembra avere una vita straordinaria: ricco, bellissimo e con una biblioteca da far girare la testa ad ogni collezionista.

Andando avanti con la storia quando tutti i tasselli sembrano essersi messi in ordine la vicenda prende una direzione totalmente inaspettata lasciando stupita Darcy quanto me, giuro. Ero sbalordita. Credevo che il racconto andasse verso una precisa direzione invece tutto ad un tratto le cose si sono capovolte lasciandomi piacevolmente sorpresa e, devo ammetterlo, anche un po’ confusa.

Ho adorato Darcy sin da subito mi sono rivista spesso in lei: super sbadata, sognatrice e maniaca delle storie a lieto fine. Lei non ha avuto una vita facile ma grazie alle storie appassionanti dei suoi libri è andata avanti, allontanandola un po’ dalla vita reale infatti, Darcy, dopo la morte prematura dei suoi genitori, si è rifugiata nelle meravigliose vite dei suoi amati personaggi e queste si sono mescolate con la vita reale della ragazza. Ma forse non è un male, secondo me, poiché queste storie le hanno dimostrato che la vita può essere meravigliosa e che spesso il lieto fine esiste davvero. Mi ha colpito molto anche Aidmin, che con la sua dolcezza e gentilezza mi ha accompagnato lungo tutta la storia. Per quanto riguarda il finale, non potrei che esserne più contenta. Forse è uno dei più belli tra quelli che ho letto. Niente è dato per scontato e sono le piccole cose a dare bellezza alla vita.

Sicuramente questo sarà uno dei regali che farò alle persone a cui tengo infatti, regalare una storia e un lieto fine a qualcuno di importante per me è il regalo più bello.

(www.rizzoli.eu)

Annunci

14 pensieri su “Recensione: All’improvviso a New York

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...