Cinquanta sfumature di grigio, James Lee

50-sfumature-di-grigio-recensione

Autore:E. L. James

Titolo: Cinquanta sfumature di grigio

Casa editrice: Mondadori (collana Omnibus)

Pagine: 548

Traduzione: Albanese T.


Anastasia Steel, graziosa ed ingenua studentessa, quando un giorno incontra Christian Grey, giovane imprenditore milionario, è attratta da quest’uomo bellissimo, oscuro e misterioso innamorandosi profondamente. Ma lei è convinta che dopo quell’unico momento non si vedranno mai più, così decide di dimenticare, almeno fino a quando il giovane Grey non decide di recarsi nel negozio in cui Anastasia lavora invitandola ad uscire con lui. La ragazza decide di volere a tutti i costi quell’uomo e questo è esattamente quello che vuole anche Grey, ma alle sue condizioni. Anastasia è totalmente persa ma ben presto scoprirà che l’affascinante Grey è un uomo tormentato dai suoi demoni, dalla sua ossessione di controllo ma, soprattutto, dai suoi singolari gusti erotici. Tutto questo farà conoscere ad Ana un mondo nuovo, fatto di sensazioni e desideri di cui prima non ne immaginava l’esistenza.

Come tutti sappiamo Cinquanta sfumature di grigio nasce come una fanfiction di un’altra storia famosissima: Twilight. Ho voluto fare questa introduzione poiché mi sembra buono e giusto citare quello che per me è il romanzo originale, specie per chi ha letto il romanzo di James Lee e non quello di Stephenie Meyer. Infatti, a mio modesto parere, Cinquanta sfumature di grigio è ancora oggi rimasto una fanfiction, totalmente uguale al romanzo che l’ha “ispirato” (per non dire copiato): il contenuto, la storia, i personaggi sono rimasti tali e quali a Twilight. Essendo una grande fan di quest’ultimo ho quasi trovato quasi offensivo leggere quello che tutti considerano il romanzo del secolo. Infatti, ho deciso leggerlo proprio per tale motivo infatti, anche moltissime Twilighters dicevano che era la cosa più bella che avessero mai letto, così l’ho comprato, non solo, lo stesso giorno ho comprato sia il primo che il secondo: uno sbaglio enorme, ancora ripiango di aver speso quei soldi ed è proprio per questo motivo che mi sono letteralmente imposta di leggerli entrambe (non ho letto il terzo ma credo proprio che non lo leggerò mai). Il secondo è peggio del primo. I personaggi sono diversi da Twilight solo per i nomi e per il semplice fatto che Christian Gray non è un vampiro, ma anche lui come Edward Cullen nasconde un segreto oscuro. Molte battute del libro sono completamente copiate e la storia, se non fosse per quel tono piccante, è stata già vista (mi ripeto: in Twilight).

Se vi consiglio questo libro: ASSOLUTAMENTE NO!

Ma consiglio a tutti la saga di Twilight di Stephenie Meyer, non solo a chi non l’ha mai letta ma anche a chi come me l’ha letta circa una ventina di volte.

Annunci

6 pensieri su “Cinquanta sfumature di grigio, James Lee

  1. Wow… Una fan della saga Twilight che la pensa come me. Cosa rarissima.
    Io non ho mai avuto nemmeno la curiosità di leggere la quarta di copertina. Sarò spocchiosa, ma dopo aver letto commenti super favorevoli da gente che schifava la Meyer come se fosse la peggior scrittrice del millennio (ed ho sempre riconosciuto alcune pecche in zia Steph) e sapendo da dove viene la storia (compresa di trama e personaggi), in più leggendo in giro che comunque la James non è che avesse questo genio di scrittura, sono sempre più convinta di non volermici avvicinare.
    E poi non ho mai capito cosa ci sia di erotico nell’essere legata o menata od entrambe le cose contemporaneamente (e mi sono tenuta sul soft che ho letto di cose ben peggiori…). Ok, son gusti, ma davvero non ne riesco a comprendere il successo a livello mondiale.
    Mchan

    Liked by 1 persona

  2. .mmm…. io sono un curioso della letteratura al femminile e anch’io ho letto questo libro e l’ho trovato piuttosto insipido, non è né carne né pesce, sembra quasi un romanzetto un po’ osé scritto da un maschietto con problemi di identità. Non conosco invece Twilight, dai commenti mi sa che dovrò procurarmelo. Grazie mille
    PS
    scusa se faccio il puntiglioso (deformazione professionale, sono un bibliotecario) ma il nome dell’autrice non è corretto, andrebbe proprio scritto E.L. James, altrimenti si rischia di confonderlo con James Lee Burke (maschio) che scrive libri di tutt’altro genere

    Liked by 1 persona

    • Ciao, innanzitutto grazie per la correzione (non ci avevo fatto caso) e poi, sì Twilight dovresti davvero leggerlo. La storia è bellissima e io praticamente la adoro. Poi, se mai dovessi leggerlo fammi sapere cosa ne pensi e se hai trovato analogie con Cinquanta sfumature di grigio. Magari ne discutiamo insieme 🙂

      Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...